Migliorare l’estetica tramite lo sbiancamento dei denti

Sempre più persone decidono di sottoporsi al trattamento dello sbiancamento dei denti, sia per motivi puramente salutistici, sia per migliorarsi anche dal punto di vista estetico. Ma di cosa si tratta? Ve lo spiego in questo breve pezzo.

Lo sbiancamento dentale raccoglie ogni singola misura che ha lo scopo di rendere i denti più bianchi. Bisogna innanzitutto dire che non è così facile riuscire a raggiungere un obiettivo di questo tipo, dato che la colorazione dei denti può essere resa più gialla a causa di fattori genetici, del fumo assiduo di sigarette, dell’assunzione di bevande caratterizzate da coloranti e sostanze dannosee dal passare degli anni. Numerosi sono i possibili trattamenti che possono fare in modo che denti tornino bianchi e lucenti come un tempo. Ogni sistema ha i suoi pro e i suoi contro e può far tornare i denti come un tempo, o limitarsi soltano a un po’ più schiariti. Si può scegliere si effettuare lo sbiancamento dei denti con trattamenti professionali o con quelli domiciliari. Ma entriamo un po’ più nei particolari e descriviamo le due scelte possibili.

Lo sbiancamento denti professionale sta a rappresentare ogni sistema che implica trattamenti da parte di dentisti o specialisti del settore odontoiatrico. Questa tecnica viene adoperata principalmente nei comuni studi dentistici e si aziona attraverso agenti chimici sbiancanti ad alta concentrazioni, funzionanti grazie a lampade che rendono le operazioni più profonde e precise. Si può utilizzare un gel formato da perossido di idrogeno, che libera l’ossigeno ed entra nel dente. Il principio attivo deve essere sufficientemente concentrato. L’intervento da parte di un professionista può garantire risultati quasi perfetti e scongiurare il rischio di un’irritazione gengivale grazie anche alla protezione delle labbra e della lingua. Tuttavia, i ragazzi con meno di 14 anni di età e le donne in gravidanza o appena diventate madri dovrebbero evitare interventi di questo tipo.

Lo sbiancamento dentale domiciliare si concretizza con l’uso di dentifrici abrasivi che riescono a rendere i denti più bianchi. Il costo di questi trattamenti è abbastanza contenuto, ma non bisogna esagerare perché lo smalto dentale può essere rovinato e l’effetto finale diventerebbe opposto. Si può scegliere di indossare mascherine in silicone, con al loro interno gel sbiancanti da applicare per un arco di tempo da 30 minuti a 4 ore. Ci si può affidare anche a piccole strisce adesive da far aderire ai denti per mezz’ora, molto economiche ma poco efficaci. Da ricordare anche i rimedi naturali, come le foglie di salvia, le bucce di limone o la polpa di fragole, che però possono creare problemi a causa della loro acidità. Prima di adottare qualsiasi misura, è sempre consigliabile affidarsi ad un dentista.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit